Corso di Perfezionamento Universitario | Atletologia alla luce della Medicina delle arti performatiche e degli artisti

Unicusano – A.I.Nu.C

Corso universitario di perfezionamento ed aggiornamento professionale artistico rivolto a maestri di arti performatiche, docenti di musica, canto, circo, danza e recitazione, diplomati che vogliano formarsi come Performing Arts Medicine Educated Coaches e tutti coloro che vogliano affiancare i clinici che curano gli artisti.

La formazione sarà erogata in:

  • 74 ore di videolezioni pre-registrate fruibili 24/24h da qualsiasi postazione
  • Materiale FAD per lo studio personale
  • 27 ore di stages di lezioni pratiche da svolgersi obbligatoriamente in presenza

Coordinatore scientifico e didattico: Dr. Prof. Alfonso Gianluca Gucciardo

Direttore artistico: M° Beppe Vessicchio

Testimonial di prevenzione in Medicina delle arti performatiche: Lara Fabian

Per ulteriori informazioni visita l’area dedicata sul sito di di A.I.Nu.C. cliccando QUI

PRE-ISCRIZIONI APERTE: info@upainucformazione.it

Questo corso di perfezionamento ed aggiornamento è acquistabile anche con il bonus Carta Docente

Vuoi saperne di più?

Se desideri approfondire l’argomento o scoprire come migliorare il benessere e le performance della tua voce con un percorso terapeutico personalizzato, non esitare a contattarmi per richiedere una consulenza.






    Ti invitiamo a leggere la Privacy Policy.

    Potrebbe interessarti anche

    LA VOCE E I 6 DIAFRAMMI (Volantino (A4))
    Webinar online | La Voce e i 6 Diaframmi - Alla scoperta delle potenzialità del corpo per la voce artistica
    DI COSA SI TRATTA? Grazie a CEIMArs (Centro Italiano Interdisciplinare di Medicina dell’Arte)...
    shutterstock_1599660790
    Paralisi e paresi delle corde vocali: sintomi simili ma approcci terapeutici differenti
    Nonostante i sintomi alla voce per entrambi i quadri clinici siano più o meno i medesimi, ovvero raucedine,...

    Tutto il sistema vocale è cresciuto nel corpo stesso. Così la voce, intrisa di carne, non può che avere radici nella globalità dell'essere.